Home > Argomenti vari > PD, NO GRAZIE

PD, NO GRAZIE

Stamattina ricevo nella mia e-mail un documento a firma PD che mi vuole spiegare xchè scegliere loro, stavolta PD, NO GRAZIE.

RISPOSTA

Buongiorno, premesso che ho sempre votato PD negli anni passati credendo veramente che poteste seppur all’opposizione cambiare il volto del paese, ma stavolta no, non vi darò fiducia.
La situazione attuale é drammatica, avete concorso allo sfacelo attuale, e vi ritengo responsabili al pari di chi ha governato, tenendo conto che sono 20 anni che siete in parlamento e in 20 anni di cose se ne possono portare avanti e magari anche concludere.
Credo che la classe politica sia di gran lunga peggiore del popolo che governa e che di certo il popolo non merita questa classe politica, corrotta egoista e sopratutto menefreghista.
Si sono molto deluso, nel mio piccolo porto avanti a fatica la mia famiglia, i miei figli, i miei impegni e quotidianamente devo risolvere i miei problemi contando solo su noi stessi e parole come sacrificio e rinunce sono parte della nostra vita che portiamo avanti con orgoglio e dignità cosa che questa politica sta cercando di portarci via, ma non ci riuscirete, sacrifici e rinunce che non sapete cosa sono, vivete in un mondo virtuale dorato fatto di odiosi privilegi al quale non riuscite proprio a rinunciare e la sola cosa che riuscite a fare é mettere le mani in tasca dei poveri. Io stavolta dico BASTA il vostro tempo é scaduto, il tempo delle false promesse é finito, é tempo di provare altro visto il vostro fallimento é conclamato, se rispondeste del vostro operato come in una normale azienda privata il fallimento sarebbe sotto gli occhi di tutti e da molto tempo sareste stati LICENZIATI, ed é proprio questo che mi accingo a fare, LICENZIARVI.
Un EX elettore PD
Gianluca
LETTERA PD
Il giorno 04/feb/2013, alle ore 17:31, “Partito Democratico” <redazione@pdnetwork.it> ha scritto:

 Ciao gianluca,

quella del Pd è l’unica proposta seria, credibile, soprattutto realizzabile sull’Imu, in un contesto in cui i conti pubblici devono reggere la sfida della sostenibilità. 
- Alleggerimento dell’Imu sulla prima casa, in particolare per gli italiani che hanno redditi più bassi e per chi paga un’imposta fino a 500 euro. 
- Finanziamento di questa agevolazione con un prelievo graduale e progressivo sui grandi patrimoni immobiliari (di fatto a partire da almeno tre milioni di euro di valore commerciale). 
-Il Pd ha già proposto in Parlamento di destinare il gettito dell’Imu ai comuni. La proposta non è stata accolta dal governo Monti. 

Una proposta formulata prima che il governo Monti varasse il decreto Salva Italia, provvedimento con il quale è stata applicata l’Imu, imposta disegnata e varata dal governo Berlusconi-Maroni-Tremonti nell’ambito del federalismo fiscale.

<9ae4b16b40034bbc59979b4be8c1660f>

Clicca sull’immagine per guardare l’intervista di Bersani al Tg3

Berlusconi ieri ha messo l’Imu al centro della sua proposta. Una balla colossale e pericolosa, ma che punta a solleticare i desideri dei suoi elettori, promettendo di restituire in contanti l’Imu versata sulla prima casa nel 2012 e di finanziare questa operazione con un accordo sui capitali italiani esportati in Svizzera. Da un lato avverte i proprietari più abbienti che solo lui penserà a loro. Dall’altro strizza l’occhio agli evasori,lasciando intravedere un altro scudo fiscale per chi ha evaso imposte in quantità industriale ed ha portato i denari in Svizzera.
La verità è che con Berlusconi le tasse sono aumentate. Ecco i numeri. Aiutaci a diffonderli.  

<f9d1369f979cddee286f7cb722e41c3c>

Clicca sull’immagine per vedere “Ci scusiamo per l’interruzione

a presto, 
la redazione
facebook.com/partitodemocratico.it



———————————————————————————————————————-

<97098f61c1e69f7dc598b80c720a748a>

Sede legale – Via Sant’Andrea delle Fratte 16, 00187 Roma – Tel. 06/ 675471 – Fax. 06/ 67547319
Sede nazionale – Via Sant’Andrea delle Fratte, 16 00187 – Roma CF: 90042750472 – Tel 06/ 695321 
Ricevi questa comunicazione perché iscritto al portale partitodemocratico.it.
Per non ricevere ulteriori comunicazioni da questa newsletter clicca qui

Categorie:Argomenti vari Tag:
  1. Nessun commento ancora...
  1. Nessun trackback ancora...
Codice di sicurezza: